In Israeleחדשות

Il dottore per il paziente: Droga libera - Cannabis in 1,500

Un paziente post-trauma che ha chiesto una prescrizione per la cannabis medica fissa una data per una clinica pubblica a costo zero. Quando la clinica ha appreso che l'obiettivo era Cannabis, è stato informato che la coda è stata cancellata e che è stato invitato a pagare 1,500 NIS per una visita privata.

S., che soffre di disturbi da stress post-traumatico e viene trattato con pillole psichiatriche, ha chiesto una prescrizione per la cannabis medica dopo il fallimento del trattamento farmacologico.

Per provare il trattamento alternativo, S. andò in una clinica pubblica a Tel Aviv Nahum Purple Maccabi Health Fund, uno I medici competenti Per emettere prescrizioni mediche di cannabis.

La coda è prevista per oggi (domenica), senza alcuna richiesta di pagamento, dal momento che S. è assicurato dall'HMO e ha diritto a cure mediche gratuite nell'ambito della medicina pubblica.

Ma con sorpresa di S., dal momento in cui il dottor Segal venne a sapere che stava cercando un trattamento di cannabis medica, il medico annunciò immediatamente la cancellazione della linea unilateralmente, nell'annuncio di Watsup.

Invece della linea libera che è stata cancellata, il dottor Sagol ha offerto un nuovo appuntamento alla sua clinica privata per una tassa NIS 1,500 per i test, senza garantire un problema di licenza.

Nel suo messaggio Watsup ha scritto: "Hai fissato una data per domenica, il turno è su Cannabis? Se è così, il problema della cannabis è di proprietà privata di 1,500 NIS. La linea per domenica è cancellata. "

Parlando alla rivista Q numero di cannabis, che i rappresentanti della clinica gli hanno detto che la cancellazione della linea e trasferito in una clinica privata di cannabis ha cercato di derivare dal fatto che l'evento avrebbe cercato l'assistenza medica "normale" non è stato goofing off line e lui non era tenuto a pagare a tutti.

Ma a parte il costo elevato del trattamento improvvisamente bisogno di S., determinare le procedure per la cannabis medica solo (Ik "r), che il medico non aveva permesso di emettere prescrizioni per la cannabis nel settore privato, ma può solo raccomandare il trattamento e attendere l'approvazione del Ministero della Salute, come il vecchio campo per regolamento.

Secondo la procedura, che appare sul sito web del Ministero della Salute, "questi medici sono autorizzati a rilasciare licenze di medicina pubblica e non sono autorizzati a rilasciare licenze in visita privata o nel quadro dell'SSC."

In realtà S. è inoltre tenuto a pagare una somma di denaro per la nuova coda, e non è mai stato in grado di ottenere la cannabis prescrizione sul posto come aveva promesso nuove riforme, ma si spera che la raccomandazione del medico e trasmessa al Ministero della Sanità possono essere approvati entro un paio di settimane o più.

Questo episodio ha toccato uno dei punti più problematici in termini di riforma della cannabis medica - riluttanza dei medici, e dei fondi, compilare un appuntamenti clinica pubblica per i pazienti interessati a cannabis medica.

Per fare questo, come Quale fu esposto per primo Cannabis Magazine, sta attualmente promuovendo una nuova procedura Ministero della Salute determinato un prezzo di NIS 283 visitare un medico di cannabis come parte della salute pubblica, la speranza quando i medici e piani di salute sarebbero disposti a consentire regolarmente questo trattamento.

D'altra parte, Tenuto la scorsa settimana Su questo tema nel comitato finanziario della Knesset, alcuni membri della Knesset si sono opposti a qualsiasi pagamento per il trattamento della cannabis nella medicina pubblica, sostenendo che non ci dovrebbero essere differenze tra il trattamento con cannabis e i farmaci.

Un compromesso proposto durante l'audizione è stato quello di consentire alle cliniche di addebitare la somma di 283 alla prima visita, quando viene emessa la prescrizione, e quindi di rimuovere l'addebito in caso di rinnovo della licenza.

Non è certo che le HMO e i medici saranno d'accordo con questo compromesso, ma anche senza di esso, è del tutto possibile che i medici continueranno a rifiutarsi di accettare pazienti di cannabis in cliniche pubbliche e preferirebbero farli pagare per una clinica privata.

Il dottor Sagol disse: "Non c'è risposta".

I servizi sanitari del Maccabi hanno dichiarato: "Condividiamo la difficoltà dei pazienti nell'ottenere farmaci contro la cannabis per alleviare le loro condizioni mediche. La cannabis non è una droga e non è inclusa nel paniere della salute e quindi non fa parte del trattamento fornito dai fondi sanitari. L'argomento è sotto la responsabilità del Ministero della Salute. Il Ministero della salute ha formato un numero di medici autorizzati a registrare la cannabis, ma i medici non sono tenuti a fornire questo servizio nell'ambito del loro lavoro nel fondo sanitario. Ci aspettiamo che il Ministero della Salute organizzi rapidamente la fornitura di cannabis ai pazienti bisognosi in modo rapido e funzionale ".

Il Ministero della Salute ha dichiarato: "I medici autorizzati nei corsi offerti dal Ministero della salute devono lavorare in un contesto pubblico e sono obbligati a portare l'approvazione del lavoro in un'istituzione pubblica come condizione per partecipare al corso. Ciò non impedisce loro di lavorare in un ambiente privato, ma non possono rilasciare una licenza "diretta" ma piuttosto una raccomandazione che richiede l'approvazione della NII.


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto