legaleרפואי

Il ministero della salute ha tagliato la dose di cannabis di un paziente affetto da cancro 70 - il tribunale ha ordinato che fosse restituito

Il tribunale distrettuale di Gerusalemme ha ordinato al Ministero della Salute di ripristinare immediatamente la dose di cannabis medica di un paziente affetto da cancro, un ex combattente della Marina la cui licenza è stata tagliata da 200 al mese a 90 al mese senza preavviso. "Una decisione priva di qualsiasi ragionamento", ha dichiarato il giudice.

Il Ministero della Sanità ha tagliato unilateralmente la fornitura di cannabis di un malato di cancro, un ex combattente della flottiglia 69, nonostante le raccomandazioni di un medico, ma il tribunale distrettuale di Gerusalemme ha ordinato che fosse restituito.

Questo è un altro caso in cui Yuval Landstafft, direttore dell'unità di cannabis medica del Ministero della Sanità, ordina una riduzione della licenza di cannabis per i malati di cancro trattati con il Dr. Johnny Greenfeld.

Senza incontrare il paziente tenuto sei mesi fa il Ministero della Salute che la licenza del paziente, il paziente ha una dose regolare di grammi 2016 200 un mese, verrà tagliato immediatamente 90 fatto, sostiene carica dal Dr. Greenfield ha superato la sua autorità.

La figlia del paziente, che sarà rappresentata nel processo dall'avvocato Miriam Brainin, ha descritto suo padre, le malattie che ha subito e il notevole miglioramento delle sue condizioni con l'uso di cannabis.

Per quanto riguarda ciò che è successo dopo la riduzione della dose, ha detto che suo padre era "completamente fuori equilibrio", aveva bisogno di prendere altre pillole che non aveva mai assunto prima e non poteva essere assorbito nello stomaco.

"Le parole del firmatario hanno presentato un'immagine seria dei gravi danni causati dall'immediata e acuta riduzione dell'uso della cannabis", ha scritto il giudice Arnon Darel. "Le descrizioni che sua figlia ha dato del danno di suo padre a quella decisione erano inquietanti e in letargo."

"A prima vista, è difficile capire come possa essere presa la decisione del Ministero della sanità e come sia possibile giustificare il modo in cui è stata condotta", ha aggiunto il giudice Darel.

Darel giudice rimproverato il Ministero della Salute affermando che si tratta di "una decisione che non ha alcuna spiegazione, ogni riferimento alla condizione medica del firmatario, la discussione del implicazioni della cessazione del dosaggio, la questione di come portare tale riduzione, e monitoraggio la sua dose ridotta a meno della metà."

"Anche se accettiamo la posizione successiva degli intervistati che questa è una preoccupazione per la dipendenza e la dipendenza", ha scritto, "è chiaro che tale riduzione deve essere fatta gradualmente e con un esame delle sue implicazioni sul paziente durante il processo. La situazione in cui gli intervistati riducono il dosaggio dalla dose di 200 a 90 grammi non dovrebbe essere abbinata immediatamente e improvvisata senza consentire un periodo di adattamento. "

In conclusione, ha dichiarato: "Dopo aver ascoltato gli argomenti delle parti e le dichiarazioni rese in udienza, sono giunto alla conclusione che la richiesta dovrebbe essere accettata. Sulla base di quanto sopra, accetto la richiesta di un'ingiunzione provvisoria e incarico i convenuti di rilasciare al firmatario entro 72 un periodo di licenza per tenere e usare la cannabis alla dose di 200 grammi. "

Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)



Torna a pulsante in alto