In Israeleחדשותlegalizzazione

Il tribunale di cannabis: il giudice ha accettato la petizione - è stata fissata un'audizione per l'anno 2020

I firmatari stanno esaminando la presentazione di un ordine provvisorio che richiede il blocco dell'esecuzione dell'uso di cannabis e della distribuzione delle multe fino alla data dell'udienza successiva, che è stata fissata per 22.4.2020 questa mattina, in circa dieci mesi.

Il giudice Alex Stein ha respinto la richiesta dello stato di un'ulteriore estensione per presentare una risposta alla petizione alla High Court of Justice, ma ha fissato una data molto tarda per l'udienza e ha ordinato all'Ufficio del Procuratore di Stato di presentare la sua risposta due settimane prima.

Lo Stato avrebbe dovuto presentare la risposta alla petizione due mesi fa, ma su sua richiesta, questa decisione è stata respinta dal giudice fino all'inizio del mese (1.6).

Giudice Alex Stein (Foto: Jonathan Sindall, Flash 90)
Accettato la petizione, ma fissare una data successiva per l'audizione. Giudice Alex Stein (Foto: Jonathan Sindall, Flash 90)

L'ufficio del Procuratore di Stato ha presentato una richiesta per un'ulteriore estensione, fino a 2.7, ma il giudice ha respinto la richiesta e ha deciso di programmare un'udienza prima ancora di leggere la risposta dello Stato agli argomenti della petizione.

In realtà è riuscito petizione il primo stadio in cui ha respinto a titolo definitivo, e sarà certamente affrontare una discussione di merito di fronte a giudici 3, ma l'udienza è stata riprogrammata relativamente tardi, 22.4.2020, in dieci mesi.

petizione Recall è stata presentata da procuratore David Freccia di nome Oren Leibovitz e con l'assistenza di circa 3,000 donatori di annullare la criminalizzazione dei consumatori di cannabis in Israele e stabilire mercato della cannabis illegale (legalizzazione).

In risposta alla richiesta dello Stato di posticipare la data di presentazione della risposta, Justice Stein ha scritto che "Non vedo alcun motivo nel concedere ulteriori estensioni agli intervistati, ordino che la petizione venga presentata al panel TALA [tre giudici]".

Secondo la sua decisione, "la risposta dei rispondenti sarà presentata entro e non oltre 15 giorni prima dell'udienza programmata". La data della discussione è stata fissata questa mattina come indicato solo per la primavera 2020.

In risposta, i firmatari stanno considerando la possibilità di presentare un ordine provvisorio che richiederà al tribunale di ordinare alla polizia di smettere di far rispettare i reati di cannabis per uso personale e di interrompere la distribuzione delle ammende fino a quando la petizione non viene ascoltata.

"Il fatto che la corte abbia tenuto un'audizione davanti a tre giudici prima ancora di ricevere la risposta dello Stato dimostra che esso vede dei meriti nella petizione", hanno detto i firmatari. "Purtroppo, tuttavia, la scadenza è lontana, in considerazione del fatto che la corte non vede l'urgenza nella petizione che è destinata a cambiare una situazione che esiste ancora prima della costituzione dello stato".

E 'stato anche riferito che "al fine di cercare di addolcire la pillola amara che è l'udienza e il fatto che lo Stato non ha presentato la sua posizione per quasi un altro anno, abbiamo intenzione di prendere in considerazione l'applicazione per un provvedimento cautelare di congelare l'esecuzione penale e multe per uso personale di cannabis."

Le ammende di cannabis hanno finora raggiunto più del NIS 2 in aggregato, sulla base dei dati rivelati dal ministro Gilad Erdan.

Un nuovo disegno di legge per abolire il divieto di consumo di cannabis e consentire la coltivazione di un impianto di cannabis per uso personale è anch'esso in fase di sviluppo, ma le elezioni anticipate dovrebbero essere posticipate di qualche altro mese.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu Supporto espresso Nel disegno di legge, e nonostante l'opposizione dei membri della coalizione dei partiti ultra-ortodossi e di estrema destra, questo disegno di legge potrebbe essere approvato con l'appoggio dei partiti di opposizione.


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto