In Israelepolitica

I rifugiati di identità si uniscono al "diritto": garantire la cannabis terapeutica per tutti

I membri del partito "Identity" Gilad Alper e Libby Mold hanno annunciato in una conferenza stampa di unirsi al partito "giusto" che si oppone alla legalizzazione e ha promesso di promuovere la stessa controversa versione della cannabis medica che Feiglin ha firmato con Netanyahu.

I rifugiati "identitari" Gilad Alper e Libby Mold hanno annunciato un'ora fa in una conferenza stampa sulla loro pensione e il sostegno al partito "giusto" nelle prossime elezioni.

I due si ritirarono dopo la festa di Moshe Feiglin Ha annunciato Per essersi unito al partito Likud e aver abbandonato alcune delle sue promesse agli elettori, inclusa una promessa di legalizzazione.

Membri del partito "giusto" con Gilad Alper e Livi Mold
Membri del partito "di destra" con Gilad Alper (terzo da sinistra) e Libby Mold (terzo da destra)

Anche così, i due rinunciano anche alla loro nuova festa Hai promesso Alla legalizzazione, e invece presenta lo stesso modello di cannabis medica Che ha introdotto Feiglin.

In effetti, Alper e Mold sono collegati all'avversario più vocale della Knesset, il ministro dei trasporti Bezalel Smutrich, Chi sostiene Perché "la legalizzazione è una menzogna progettata per distribuire droghe in Israele".

Secondo il modello, Il controversoQualsiasi medico, compresi i medici di famiglia, può presumibilmente prescrivere qualsiasi quantità di cannabis per qualsiasi malattia, inclusi, ad esempio, emicrania, mal di schiena o problemi del sonno.

Questo modello, presentato da Feiglin, è stato criticato e perfino mancato di rispetto dai funzionari di governo e di polizia che hanno dichiarato che si trattava di una promessa politica inapplicabile alla luce dell'opposizione da parte dei sistemi sanitari e di controllo.

Tuttavia, se questa promessa viene effettivamente mantenuta, è certamente un grande vangelo per i sostenitori della legalizzazione in Israele e senza dubbio un mezzo passo sulla strada per una regolamentazione completa del mercato legale della cannabis per adulti.

Membri del partito "giusto" con Gilad Alper e Livi Mold
Gilad Alper (primo da destra) e Livi Mould (primo da sinistra) con Naftali Bennett e Ayelet Shaked

Naftali Bennett, No. 4 nella lista dei "giusti", ha annunciato durante la conferenza stampa che "i giusti" si impegnano nello stesso allegato firmato da Feiglin e Netanyahu e ha chiarito che la sua scrittura costituirebbe anche una delle loro condizioni di soglia per entrare nella coalizione.

Secondo Bennett, come promesso da Feiglin, questa appendice sarà sottoposta all'approvazione del governo e della Knesset già nella prima sessione, rendendo esplicito che i medici non saranno soggetti alle linee guida sul trattamento di "Il libro verde"O qualsiasi altra linea guida esterna.

"È tempo di fermare questo orribile fallimento e consentire a migliaia di pazienti di ricevere l'unico farmaco che porta sollievo al loro dolore", ha detto. “Nel prossimo governo faremo in modo di correggere la distorsione creata dalla riforma della cannabis. Ogni medico e psichiatra in Israele è autorizzato a prescrivere cannabis per ogni paziente, qualsiasi problema, qualunque sia la quantità che il medico può prescrivere. Il paziente può cambiare il tipo di cannabis secondo i suoi desideri, con il limite delle quantità prescritte dal medico e con l'approvazione del farmacista. Se il pubblico ci dà abbastanza potere politico, allora entrambe queste cose sono a portata di mano ".

"Sfortunatamente, e nonostante la mia esperienza, al momento non esiste una soluzione alla questione dei prezzi, fatta eccezione per la possibilità di una rapida importazione personale insita nella mitigazione delle normative doganali", ha concluso, sebbene tale promessa includerebbe probabilmente anche difficoltà nel vietare l'esportazione di cannabis da altri paesi.


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto