בעולםCanapa industriale canapaחדשותכלכלה

I levis producono jeans dalla cannabis

Il gigante dell'abbigliamento di Levi sta lavorando allo sviluppo di jeans fatti di canapa anziché di cotone e prevede di risparmiare circa due terzi dell'acqua nel processo di produzione. La società promette che la qualità del prodotto non cambierà e che i clienti "non dovranno scendere a compromessi per proteggere l'ambiente".

Con l'approvazione della legalizzazione della mappa negli Stati Uniti Lo scorso dicembre, L'industria della cannabis non psicoattiva è in aumento e le stime prevedono che raggiungerà un valore di 13 miliardi a 2026.

La maggior parte del caos che circonda la Canapa (Canapa - Cannabis Industrial) è stata finora seguita Prodotti CBD Ma ci sono molti altri usi, compresi quelli che stanno iniziando ad interessare all'industria dell'abbigliamento.

Ora, il gigante americano dell'abbigliamento Levi Strauss & Co., noto soprattutto per il famoso marchio di jeans Levi's, ha trovato il modo di ricavarlo dalla mappa anziché dal cotone.

Levi's Jeans Canapa di canapa
Risparmia denaro e risorse: i jeans McNabis Hemp

Il passaggio dal cotone al mante riduce significativamente la quantità di acqua e sostanze chimiche necessarie per la produzione di abbigliamento, ma a differenza del cotone, le fibre sono difficili da lavorare e difficili da realizzare.

"Le fibre di canapa sono più resistenti e ruvide del cotone", ha affermato. dice Responsabile dello sviluppo prodotto presso Levi's International, Paul Dillinger. "Non vogliono diventare morbidi, vogliono fare una corda con loro".

Tuttavia, Levi's ha trovato un nuovo modo di elaborare le fibre HMP e di produrle quasi morbide come il cotone, in un processo che richiede molto meno acqua di quella attualmente accettata.

La società ha anche trovato un modo per integrare la canapa con il cotone e, a marzo, ha lanciato marchio Jeans esterno in 69% cotone e 31% HDPE.

"Siamo lieti che i clienti lo amino, ma soprattutto, aiuta a garantire il futuro della nostra catena di fornitura", ha affermato Dillinger, aggiungendo che si tratta di un progetto di ricerca significativo per la società che dura da anni e non solo alcuni prodotti boutique della mappa.

"La nostra intenzione è quella di mettere questo nel cuore della linea di produzione, di incorporarlo in marchi e farne parte del catalogo Levi's", ha affermato.

Bavias sta ancora lavorando per migliorare la qualità del suo tessuto in canapa e sperano che presto possano lanciare i jeans realizzati con 50% HIP e 5 hanno già lanciato i jeans realizzati con 100.

Dillinger spiega che la necessità di alternative al cotone è evidente quando si guarda alla curva di crescita della domanda di cotone rispetto all'accesso all'acqua dolce richiesta per la coltivazione e la trasformazione del cotone.

Ovviamente, nelle ondulazioni, non solo hanno scoperto la pianta di cannabis, ma non si aspettavano di riuscire a produrre jeans fino a quando non hanno scoperto una svolta sull'argomento proveniente dall'Europa, dove la legge è legale in molti paesi. La società non accetta di rivelare i ricercatori europei che li hanno aiutati nello sviluppo o che hanno elaborato la svolta che è stata raggiunta.

"Quando possiamo produrre vestiti da 100, ridurremo la quantità di acqua fresca necessaria per produrre indumenti da 3,781 a 2,655, che è solo nella fase di crescita", dice. "Tutto sommato, ci aspettiamo di risparmiare due terzi della quantità di acqua per l'intero processo produttivo, il che è un enorme risparmio".

Ma nonostante l'ottimismo, Dillinger osserva che la sostituzione del cotone con Hemp assolutamente per Levis e per i suoi concorrenti non è qualcosa che può accadere durante la notte. Per farlo correttamente, ci vorranno molti più anni di ricerca e sviluppo.

L'aspettativa è che i vestiti del capo, se combinati con cotone o meno, non saranno una moda passeggera. Dillinger dice che non può parlare per la società di marketing e pubblicità, ma non è preoccupato di come commercializzare i jeans della canapa perché pensa che i consumatori non noteranno la differenza.

"L'acquisto di indumenti ecologici richiede un compromesso sulla loro qualità e la scelta tra un capo e uno che è stato prodotto moralmente - ma in questo caso non è necessario scendere a compromessi per preservare l'ambiente", ha promesso.

Levis non è la prima azienda internazionale ad abbracciare la cultura della cannabis in un modo o nell'altro Nike, Adidas E altro ancora.


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto