In Israeleחדשותcriminale

La polizia sta intensificando l'applicazione dell'uso personale della cannabis nelle case

Esposizione alla rivista Cannabis: un record di tutti i tempi nel numero di ricerche ricevute dalla polizia solo per uso personale - una constatazione che va contro la promessa del ministro Arden che non verrà applicata alcuna offesa di autoinflizione nelle case private.

Nonostante la dichiarazione del ministro della Difesa, Gilad Arden, secondo cui la polizia non si concentrerà sui reati di cannabis autoinflitti a seguito della legge sulle ammende, le cifre ufficiali mostrano il contrario.

L'affermazione del Ministro secondo cui la polizia non incentrerà l'applicazione sulla ricerca di consumatori nelle case private sembra essere una promessa senza copertura.

A seguito della petizione sulla libertà di informazione Inserito Cannabis Magazine Circa tre mesi fa, è stato rivelato per la prima volta il numero di mandati di ricerca ricevuti dalla polizia durante l'anno 2019, così come negli anni 5 precedenti.

Secondo i dati durante l'anno solo 2019 (da 1.1 a 25.7), la polizia ha ricevuto un mandato 204 per la ricerca di un reato nelle case private Uso personale Solo: vale a dire un mandato di ricerca giornaliero.

Si tratta di un netto aumento rispetto all'anno 2018, quindi la polizia ha ricevuto un mandato di ricerca 284 per l'auto-uso durante tutto l'anno, e in effetti ai massimi storici.

In 2017, la polizia ha ricevuto un mandato di ricerca per 272 per uso personale. In 2016, la polizia ha ricevuto 201 tale mandato di ricerca e in 2015 solo 161 è stato cercato per uso personale.

In termini di reati non autoinflitti, c'è stato anche un aumento del numero di mandati di perquisizione dati alla polizia rispetto agli anni precedenti.

Nei mesi 7 finora in 2019, la polizia ha già ricevuto il mandato di ricerca 274 per l'importazione illegale e il mandato di ricerca 34 per crescita illegale, rispetto a numeri simili in ciascuno degli anni precedenti.

I dati sono stati rivelati nonostante il rifiuto della polizia di divulgarli ai sensi del Freedom of Information Act e solo dopo una petizione presentata dalla rivista Cannabis al tribunale. In risposta alla petizione, la polizia ha divulgato alcuni dei dati relativi al numero di mandati di ricerca forniti loro.

Tuttavia, la polizia ha rifiutato di rispondere a quante delle richieste di accertamento che aveva chiesto ai giudici fossero infine approvate, il che significa che i giudici sono effettivamente utilizzati come "timbro di gomma". A seguito di questo rifiuto, il processo legale probabilmente continuerà contro di esso.

Allo stesso tempo, la polizia continua a rifiutare di divulgare dati sulla quantità di ammende inflitte per uso personale di cannabis e sulla quantità di denaro raccolta da tali multe. Per questo rifiuto, Cannabis Magazine ha presentato un'altra petizione.


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto