In Israeleחדשות

Sotto il radar: è iniziato il trasferimento di pazienti con cannabis medica a Super Pharm

Senza preavviso e contro la loro volontà, dozzine di pazienti con Cannabis sono stati trasferiti questa settimana nella catena Super Pharm. I rappresentanti del Ministero della Salute sono venuti alla clinica di un noto medico sul campo, hanno confiscato la licenza dei pazienti e hanno dato loro le prescrizioni per la farmacia. Dall'altro lato della farmacia, ai pazienti è stato detto che non erano disponibili prodotti. "Il Ministero della Salute mi ha costretto a farlo", afferma il dottore.

Finora, 34 ha assunto in Israele mille pazienti con cannabis che sono "protetti" dal passaggio per acquistare le infiorescenze di cannabis nelle farmacie e dai prezzi in aumento, e che solo i nuovi pazienti saranno indirizzati ad acquistare i prodotti nelle sole farmacie Super Pharm.

Ma ora sembra che, come molti temevano, il Ministero della Sanità ha altri piani. Un esame della rivista Cannabis mostra che i pazienti sono già stati trasferiti in rete, anche di pazienti veterani, questa settimana contro la loro volontà e nonostante le implicazioni legali che tale mossa potrebbe avere.

Violazione della riservatezza medica

Sotto il radar e il rapimento di pazienti con cannabis che sono arrivati ​​questa settimana dalla clinica del dottor Tamar Yashar, un noto medico del dolore di Raanana, per rinnovare la loro licenza di cannabis medica, sono stati sorpresi di incontrare il rappresentante e il rappresentante del Ministero della sanità, Che molti dei pazienti temevano da molto tempo.

Tamar è dritto
"Mi hanno costretto a farlo" - Dr. Tamar Yashar (screenshot: YouTube)

Nonostante la presunta violazione della riservatezza medica, i rappresentanti del Ministero della Salute hanno assistito al lato medico della stanza durante l'esame, e con esso i pazienti hanno confiscato la loro licenza di cannabis medica e li hanno informati che da ora in poi avrebbero potuto ricevere le forniture solo presso la filiale Super-Pharm di Ra'anana.

Nonostante le promesse e nonostante il fatto che questo sia un passo contrario alla teoria del Prof. Raphael Meshulam, Ministero della Salute Pratica Gonz L'intero processo di separazione secondo le specie di Cannabis è diverso com'è stato finora, ignorando l '"effetto entourage" - l'effetto complessivo di ogni ceppo su tutti i suoi diversi componenti insieme.

Due giorni prima dell'appuntamento del medico, ai pazienti è stato chiesto di portare in clinica una delle buste di cannabis mediche che stavano usando. I rappresentanti del Ministero della Sanità, che non erano disposti a identificarsi affatto, hanno preso le borse dai pazienti, hanno esaminato i dettagli del prodotto e registrato un nuovo prodotto che può essere ottenuto solo presso la farmacia Super Pharm.

Jacob Litzman Super Pharm
Yaakov Litzman presso la filiale Super-Pharm

"Non mi hanno detto perché dovevo portare le borse", dice N., figlio di 65, in una conversazione con la rivista. "Quando ho detto che stavo usando diverse specie diverse, mi è stato semplicemente detto di portare la mia varietà preferita. Quando ho chiesto se potevo rinunciarci e continuare a ricevere la cannabis dalla compagnia che ho ricevuto negli ultimi anni, mi hanno detto che tra sei mesi questa compagnia non sarà più attiva ".

Sebbene riceva diverse varietà di cannabis ogni mese, che vengono utilizzate per diversi momenti del giorno e della settimana, nella prescrizione emessa per N. sono apparsi solo prodotti generici come "Sativa inflorescenza" o "olio indica", senza specificare la varietà specifica da cui il prodotto è stato prodotto.

"Mi hanno costretto a farlo"

Un'altra sorpresa attese i pazienti dopo aver lasciato la clinica. 12 aveva prescrizioni mensili per un nuovo prodotto da raccogliere in farmacia, alcune telefonavano alla filiale Super Pharm di Ra'anana, dove venivano citate e scoprivano che non vi era alcuna merce.

"Ho chiamato due farmacie sia a Kfar Saba che a Ra'anana, ed entrambe mi hanno detto che almeno per le prossime due settimane non ci sarebbero state forniture perché non c'erano prodotti sicuri e senza merce", afferma D., un figlio di 40 che è anche curato dallo stesso medico.

In una conversazione con il dottore, inizialmente lo negò, ma dopo un po 'ammise e sostenne in sua difesa che "il Ministero della Salute mi ha costretto a farlo".

Questo è un processo che molti pazienti, che non credevano così tanto legalmente, decisero di decidere per loro che non avrebbero più ricevuto rifornimenti delle specie familiari in cui erano stati trattati per molto tempo e che la separazione sarebbe stata eliminata del tutto.

Oltre a questi cambiamenti, il trasferimento a Super-Pharm avviene nonostante il fatto che il Ministero della Salute richieda effettivamente ai pazienti costi più elevati. C, che finora ha pagato 370 NIS per la sua fornitura mensile, sarà ora costretto a pagare quasi 2 volte di più.

Exiben AXIBAN
I prodotti a base di cannabis di Super Pharm - nessuna differenziazione tra le varietà

Si può presumere che l'urgenza del Ministero della Salute di trasferire i pazienti al Super-Pharm Raanana sia dovuta al fatto che nonostante siano trascorse due settimane dal lancio del pilota, solo i pazienti 10 hanno effettivamente acquistato la loro cannabis nelle farmacie che hanno già iniziato le loro attività: la filiale Talpiot a Gerusalemme e la filiale Poleg a Netanya.

Nei prossimi giorni e settimane, il Ministero della salute dovrebbe continuare a trasferire i pazienti a Super Pharm, Come abbiamo scoperto di recente Sembra che il suo proprietario, il miliardario Leon Koffler, stia per dominare gran parte dell'industria mondiale della cannabis medica.

In previsione di un'azione legale

Non è noto che la maggior parte delle aziende che attualmente forniscono cannabis non partecipano al progetto pilota e pertanto non sanno che il prodotto utilizzato finora dal paziente non è più disponibile. Alcuni sostengono addirittura che si tratti di un reato contro la continuità della legge sul trattamento.

L'associazione di cannabis medica ha ascoltato la notizia e ha chiesto ai pazienti di essere informati che avrebbero potuto rifiutare di sostituire il loro farmaco con preparazioni farmaceutiche e che una persona straniera non poteva essere esaminata, anche se era un rappresentante del Ministero della Salute.

"Le cose descritte sono estremamente gravi", ha detto il direttore generale dell'organizzazione Dana Bar-On. "L'associazione chiama tutti i pazienti con cannabis terapeutica: se nella sala d'esame c'è uno sconosciuto che non lo desidera - incluso il Ministero della Salute, hai il diritto di chiedere la tua partenza, il tuo diritto legale alla riservatezza medica! Se vuoi cambiare la medicina a causa della riforma e non ti ha dato una ragione medica, il tuo diritto di rifiutare, il tuo diritto legale a un continuum di trattamento! L'organizzazione sta attualmente lavorando per intraprendere azioni legali per prevenire il ripetersi di questi gravi incidenti. "

Almeno secondo le affermazioni dei pazienti, sembra che invece di contribuire ai pazienti, il pilota del vice ministro della sanità Yaakov Litzman e il direttore dell'unità di cannabis medica Yuval Landschaft sia particolarmente dannoso per i pazienti che soffrono delle nuove forme, alcune delle quali sono presumibilmente persino illegali.

Il Ministero della sanità e l'ufficio di Litzman si sono rifiutati di dare una risposta.

Contatta Yaakov Litzman
Dettagli dei membri del Litzman Bureau (foto per gentile concessione del sito web di Kikar Hashabat)

Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto