In Israeleחדשות

I pazienti dovrebbero dare consigli medici a un messaggero di cannabis?

Un corriere della Hafez Moving Company, che recentemente è entrato nel settore della cannabis medica, ha richiesto e ricevuto una mancia dal paziente per la consegna mensile. A seguito del caso, il Ministero della Salute prenderà in considerazione l'istituzione di una nuova procedura in materia.

M, una paziente di cannabis terapeutica, sostiene che un corriere della compagnia di spedizioni "Hafez" la ha fortemente esortata a ricevere una mancia sullo stato di consegna mensile della fornitura.

Ha detto che non sapeva affatto che avrebbe dovuto dare una mancia ed era sorpresa dalla richiesta, ma su richiesta del corriere ha accettato e gli ha dato una mancia di NIS 20.

Dal caso, circa tre mesi fa, M. ha continuato a dare una mancia agli apostoli ogni mese poiché riteneva che fosse accettabile.

"Sgradevole, ma non mi rendevo conto che avrebbe dovuto essere dato un suggerimento, e poi mi ha chiesto", ha scritto in un post sul forum sulla cannabis di Facebook. "È un po 'fastidioso perché Thachas non avrebbe effettuato la spedizione se ci fosse stata un'opzione."

"Nel complesso, oggi ho già dato un consiglio 4 volte", aggiunge. “Ma carino per il resto, erano gentili e non hanno chiesto, solo il primo lo ha davvero richiesto. Quello che è arrivato oggi è stato anche abbastanza sorpreso dalla punta. "

Secondo una fonte del settore, "È giusto che i pazienti diano una mancia al messaggero se lo trovano appropriato, ma è improbabile che un messaggero richieda una cosa del genere".

Alcune società addebitano NIS 100 per la spedizione, mentre altre consentono la spedizione gratuita inclusa nel prezzo. In ogni caso, lo stipendio del corriere non si basa su mance ma su uno stipendio mensile fisso.

Il Ministero della Salute non ha stabilito una procedura in tal senso, ma, a seguito di una richiesta della rivista Cannabis, ha annunciato che avrebbe esaminato la questione. "Le linee guida del Ministero della Salute non affrontano questo problema", ha affermato. "Diamo un'occhiata e, se necessario, pubblicheremo le linee guida."

Hafez ha dichiarato in risposta che "non vi è alcun obbligo di inviare un messaggero, è una questione personale. Paghiamo ai nostri dipendenti uno stipendio completo e non guadagnano da vivere. Se si accerta che lo speditore ha effettivamente richiesto un cliente, lo consideriamo serio e il denaro verrà restituito al paziente. Inoltre, il suo lavoro verrà immediatamente interrotto. "


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto