Cannabis all'esteroCultura, intrattenimento e svago

Barcellona: il nuovo Amsterdam dei turisti Cannabis

I club di cannabis a Barcellona crescono come funghi dopo la pioggia, il che contribuisce a renderlo una destinazione importante per il turismo globale della cannabis e suscita le autorità che vogliono controllare l'area hackerata.

I club di cannabis di Barcellona sono fiorenti. Oggi ci sono già più di duecento club, rispetto a 40 solo in 2011. La crescita meteorica dei club di cannabis Ha incoronato la città spagnola Come una delle città preferite dagli appassionati di piante, anche prima di Amsterdam. Non solo il tempo a Barcellona è molto più piacevole che ad Amsterdam, si scopre la marijuana Vale più e meno.

Barcellona è anche una destinazione preferita sul sito Webehigh.com, Che fornisce a turisti e viaggiatori informazioni sull'accessibilità della marijuana e dell'hashish nelle città di tutto il mondo (sì, anche nelle città israeliane - Tel Aviv, Jaffa, Gerusalemme, Haifa, Eilat, Netanya, Rishon Lezion E area Il Negev), Classifica la città con il punteggio più alto di stelle 5.

Club Card Cannabis Barcellona
Israeliani e persino poliziotti prendono una tessera del Cannabis Club a Barcellona ...

Per essere accettato come membro del club di cannabis di Barcellona, ​​uno deve essere invitato da un membro del club esistente - un fatto che ha generato una nuova industria turistica in cui alcuni residenti di Barcellona guadagnano denaro aiutando i turisti a ottenere i permessi di ingresso nei club più popolari. Il profitto è doppio perché, a parte il turista che paga una commissione, i club pagano anche una tassa simbolica a coloro che registrano nuovi membri.

Le autorità preposte all'applicazione della legge sono ben consapevoli del fiorente settore e stanno attualmente lavorando per promuovere la regolamentazione e la regolamentazione legale. Il governo spagnolo sta pianificando di presentare un programma per regolare il problema durante l'inizio di 2014, in cui sarà fissato un limite per il numero di membri di ciascun club, un limite minimo di età di ingresso consentito e il controllo dei registri economici dell'attività.

Secondo Il rapportoA seguito del nuovo fenomeno dell'invito dei turisti ai club, molte organizzazioni di legalizzazione spagnole sostengono il programma di regolamentazione del governo perché affermano che i club hanno "dimenticato" il loro obiettivo originario di fornire piccoli club senza scopo di lucro ai consumatori locali di cannabis.

Vedi anche: Non solo il calcio: la Spagna è il campione europeo nella coltivazione della marijuana
Vedi anche: Nuovo museo della cannabis a Barcellona


Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto