In Israeleחדשותcriminale

Non incriminazione? Ogni 40 minuti si apre una custodia di cannabis per uso personale

Mentre la legge sulla "garanzia di non discriminazione" ha portato a una riduzione della quantità di casi di autouso per la cannabis, è molto più modesta del previsto. Allo stesso tempo, la polizia ha iniziato a distribuire multe in milioni di NIS ai consumatori e c'è stato un aumento del numero di ricerche nelle case.

Nuovi dati ufficiali mostrano che dall'imposizione del codice penale ("responsabilità non discriminatoria"), l'incarcerazione dei consumatori di cannabis in Israele è continuata al massimo, fino a una media di un procedimento penale per autouso di cannabis ogni 40 minuti, o circa 1,100 al mese.

Sebbene si sia trattato di una riduzione di circa l'45% rispetto ai mesi precedenti l'entrata in vigore della legge, si è trattato di un procedimento penale per autouso della cannabis ogni minuto 20 (circa 2,100 al mese), ma ancora molto più di quanto ci si aspettasse che introducesse una legge chiamata "non discriminazione" e presumibilmente L'incriminazione sarebbe stata abolita o notevolmente ridotta.

I file della polizia sono stati aperti per l'uso personale della cannabis (da 2018-2019 a luglio)

Il fatto che siano ancora aperti procedimenti penali per l'uso della cannabis è dovuto alla legge di DioE incriminazione"Non valido in determinate circostanze, ad esempio quando l'imputato viene arrestato per la terza volta o quando è minorenne, con una storia criminale, commette un altro reato allo stesso tempo (ad esempio, insultando un ufficiale di polizia) o trattenuto per 15 grammi.

Inoltre, queste cifre non includono migliaia di altri israeliani Chi è stato assorbito Alte sanzioni finanziarie e al fine di evitare un procedimento penale sono stati infatti costretti ad ammettere un reato e registrarsi in un registro di polizia separato istituito ai sensi della nuova legge e i cui dati non sono ancora stati divulgati.

Oggi anche la polizia si rifiuta di rivelare il numero di multe inflitte ai consumatori di cannabis e l'importo totale che queste hanno prodotto, quindi non è possibile determinare se l'applicazione sia diminuita o addirittura aumentata. Per questo rifiuto aperto Rivista di cannabis in procedimenti legali contro la polizia.

Allo stesso tempo, come rivelato dalla rivista Cannabis il mese scorso, è stato effettivamente registrato Forte aumento Il numero di mandati di perquisizione dati alla polizia per aver cercato in abitazioni private reati autoinflitti, e di conseguenza un aumento del numero di ricerche condotte da agenti di polizia.

Secondo i dati dei primi sette mesi di 2019, la polizia ha ricevuto un mandato di ricerca 204 in case private per un crimine Uso personale Solo: vale a dire un mandato di ricerca giornaliero. Questa cifra contraddice anche le dichiarazioni del Ministro Arden nell'approvazione della Legge sulla pena, secondo la quale la polizia non concentrerà l'applicazione sulla ricerca di consumatori nelle case private.

In termini di portafogli di commercio di cannabis, 2019 è iniziato con più dell'anno precedente, ma si è registrato un calo significativo tra febbraio (file 1176) e aprile (portafogli 471) e in maggio-luglio la cifra era già parallela a quella di 2018.

La polizia ha aperto casi di commercio e importazione di cannabis 2018-2019 (fino a luglio)

In caso di non possesso proprio e di reati di produzione di droghe, non sono stati osservati cambiamenti significativi prima e dopo la legge sulle ammende.

Cartelle della polizia aperte per possesso di cannabis non autouso 2018-2019 (fino a luglio)
La polizia ha aperto casi sulla coltivazione della cannabis 2018-2019 (fino a luglio)

Multe di cannabis

(A partire da 1 in aprile 2019)

Basato su una figura rivelata dal ministro Erdan. La polizia si rifiuta di rivelare la figura ufficialeDettagli qui)

Torna a pulsante in alto